Vista l’emergenza Coronavirus, l’allenatore di una squadra di calcio di Monza ci ha contattati per tornare ad allenare in tutta sicurezza la sua squadra.

In ambito sportivo, i contatti ravvicinati tra persone sono frequenti, per questo è fondamentale trovare una soluzione per mantenere le distanze, rispettando così le leggi e contrastando il virus che può danneggiare sé stessi e gli altri.

Per prevenire tutto ciò, la nostra azienda ha proposto alla squadra il nostro prodotto Human Proximity in versione Smartwatch che risulta essere comodo, non provocando fastidio durante l’allenamento ed essendo inoltre impermeabile sotto la doccia.

Prima dell’ingresso in campo e negli spogliatoi viene misurati la temperatura corporea di tutti gli atleti al fine di verificare che non superi il limite di 37.5°.

Successivamente viene indossato da tutti i giocatori lo Smartwatch all’inizio dell’allenamento, per allenarsi in tutta sicurezza grazie alla notifica dell’eccessiva vicinanza di un’altra persona in un range di due metri che è stato impostato dall’allenatore.

Inoltre durante gli allenamenti viene misurata la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Viene mantenuto l’anonimato perché viene inviato semplicemente data ed ora di avvenuto contatto senza alcun dato identificativo della persona o del dispositivo e inoltre il dispositivo non geolocalizza grazie all’utilizzo del Bluetooth, rispettando così gli standard europei.

La squadra e l’allenatore risultano essere molto soddisfatti, in quanto riescono ad eseguire il loro sport, rispettando le regole impostate dall’attuale emergenza e diminuendo il rischio di contagio.